PADI_logo_Hor_Rev_Trap_4C Centro PADI Roma Five Stars S-799448
Tuttisub  INFOLINE 
Mercoledì, 07 Giugno 2023 15:51

Oceani e tartarughe marine: cinque concetti chiave per la loro conservazione In evidenza

Scritto da


Ogni anno, l’8 e il 16 giugno, vengono celebrate rispettivamente la Giornata Mondiale degli Oceani e la Giornata Mondiale delle Tartarughe. Entrambe costituiscono un'opportunità per sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza degli oceani per il nostro pianeta e per promuovere la conservazione delle tartarughe marine.
In questo articolo, esploreremo cinque concetti chiave su cui basare il nostro impegno per preservare gli oceani e proteggere queste affascinanti creature.


1. L'IMPORTANZA DEGLI OCEANI PER LA NOSTRA SOPRAVVIVENZA

Gli oceani ricoprono oltre il 70% della superficie terrestre e svolgono un ruolo vitale nella regolazione del clima globale, nella produzione di ossigeno, nella fornitura di cibo e nella promozione della biodiversità. Dobbiamo comprendere l'impatto che le nostre azioni quotidiane hanno sugli oceani e come possiamo contribuire a preservarli per le future generazioni.

Come subacquei, noi di Tuttisub ci immergiamo frequentemente e abbiamo il privilegio di osservare direttamente i cambiamenti che si verificano ogni anno. La subacquea ci offre la possibilità di agire come sentinelle del mare: siamo, infatti, in grado di testimoniare i cambiamenti nella flora e nella fauna marina, l'andamento delle correnti marine, le variazioni delle temperature. La regolarità delle nostre immersioni ci permette di individuare segnali di allarme, come l'aumento della presenza di inquinanti, la diminuzione della biodiversità o danni meccanici causati dall'attività umana. Le nostre segnalazioni possono essere condivise con le autorità competenti e con gli studiosi che si occupano di oceanografia, consentendo loro di prendere provvedimenti per preservare gli habitat marini.


Immagine1

Figura 1: Eccoci insieme ai nostri allievi in formazione dopo una bellissima immersione a Porto Santo Stefano.

Inoltre, le nostre testimonianze possono svolgere un ruolo importante nel sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza della conservazione degli oceani: condividendo le nostre immagini e le nostre storie, possiamo incoraggiare altre persone a prendersi cura del mare e ad adottare comportamenti sostenibili.


2. CONSERVAZIONE DELLE TARTARUGHE MARINE

Le tartarughe marine sono animali magnifici che affrontano numerose minacce, tra cui la perdita dell'habitat, l'inquinamento marino, la pesca accidentale e il cambiamento climatico. È fondamentale adottare misure per proteggere questi animali insieme ai loro delicati ecosistemi marini. Questo può includere il sostegno a progetti di ricerca, la promozione di pesca sostenibile e la riduzione dei rifiuti plastici che finiscono negli oceani e nei mari. Le tartarughe marine migrano ogni anno per migliaia di chilometri fino a raggiungere le spiagge in cui sono nate e deporre lì le loro uova; questo fenomeno, noto come nidificazione, si verifica anche lungo le coste italiane, comprese quelle del Lazio.


Immagine2

Figura 2: Tartaruga marina comune (ph. Luca Antonio Marino).

Le spiagge laziali sono infatti frequentate dalla tartaruga marina comune (Caretta caretta) la quale trova, lungo il litorale in questione, un luogo idoneo dove deporre le uova e dare inizio così a un nuovo ciclo di vita. La Rete Regionale Tartalazio svolge un ruolo cruciale nella protezione e nella conservazione delle tartarughe marine lungo le coste del Lazio, dedicandosi alla ricerca, al monitoraggio e alla tutela e conservazione di quest’ultime e del loro habitat.


3. EDUCARE E COINVOLGERE LE COMUNITÀ LOCALI

Le persone che vivono vicino le coste sono spesso le prime ad avvertire gli effetti negativi di un mare “malato”. È fondamentale coinvolgere queste comunità nella conservazione degli oceani attraverso l'educazione ambientale, programmi di sensibilizzazione e opportunità di partecipazione attiva.

Come TuttiSub, organizziamo diverse attività che mirano a migliorare le competenze e a promuovere la tutela dell'ambiente marino:

Incontri educativi: organizziamo lezioni frontali, webinar e workshop per informare le persone sulla biologia marina, sulle specie marine e sui problemi ambientali che riguardano gli oceani. Tutto ciò ha come scopo quello di fornire conoscenze scientifiche di base e promuovere la consapevolezza sulle questioni marine;

Progetti AWARE: promuoviamo progetti AWARE che si concentrano sulla protezione degli ecosistemi marini e sul coinvolgimento attivo dei subacquei;

Pulizie di spiagge e fondali: organizziamo pulizie di spiagge e fondali marini, coinvolgendo volontari della comunità locale. Queste iniziative mirano a rimuovere i rifiuti marini, a sensibilizzare sulla questione dell'inquinamento da plastica e a preservare gli habitat marini;


Immagine3

Figura 3: Raccolta dei rifiuti sulla spiaggia di Torvaianica.

4. RIDURRE L'UTILIZZO DELLA PLASTICA E PROMUOVERE PRATICHE SOSTENIBILI

La plastica è una delle principali minacce nel mondo marino. Dobbiamo adottare uno stile di vita più sostenibile, riducendo l'utilizzo della plastica monouso e cercando alternative “eco-friendly”. Ricordiamoci che ogni piccolo gesto conta: portare una borraccia riutilizzabile, usare sacchetti riutilizzabili e riciclare correttamente possono fare una differenza significativa per la salute degli oceani.

Anche nella subacquea, l'impegno individuale può fare la differenza nel promuovere un ambiente d’immersione più pulito e sostenibile (Se vuoi sapere di più, clicca qui).


5. COLLABORAZIONE GLOBALE PER UNA MIGLIORE GESTIONE DEGLI OCEANI

La preservazione degli oceani e la protezione delle tartarughe marine richiedono una collaborazione globale tra governi, organizzazioni non governative, comunità scientifiche e i cittadini. Solo attraverso uno sforzo collettivo possiamo affrontare le sfide ambientali che minacciano gli oceani e le tartarughe marine. Questa collaborazione deve includere lo scambio di conoscenze e dati scientifici, la promozione di politiche sostenibili, l'implementazione di aree marine protette e la creazione di programmi di monitoraggio e di gestione sostenibile delle risorse marine.

In conclusione, possiamo dunque affermare che adottando un approccio informato e collaborativo, si può fare la differenza nel preservare gli ecosistemi marini, vitali per le future generazioni. Ognuno di noi ha un ruolo da svolgere nella protezione degli oceani, che si tratti di ridurre l'utilizzo della plastica, sostenere progetti di conservazione o promuovere la consapevolezza. Insieme, possiamo creare un impatto duraturo e garantire un futuro sano per gli oceani e per tutti gli organismi che lo popolano.

Letto 3159 volte Ultima modifica il Mercoledì, 07 Giugno 2023 16:56
Roberta Monti

Biologa Marina

Con l'uso di questo sito, si accetta il nostro utilizzo dei cookie.
NON raccogliamo dati di proliferazione a fini promozionali.