PADI_logo_Hor_Rev_Trap_4C Centro PADI Roma Five Stars S-799448
Tuttisub  INFOLINE 
Lunedì, 29 Gennaio 2024 18:48

Mar Rosso: il paradiso di ogni subacqueo In evidenza

Scritto da

Le meravigliose, calme, trasparenti acque, le vivaci barriere coralline con nuvole di pesci colorati, grandiose ramificazioni di coralli, alcionari dai colori fluo, offrono le condizioni ideali per scoprire ed esplorare il mondo sottomarino dell’Egitto: il Mar Rosso.


Immagine 1

Figura 1: Vista aerea della costa egiziana – Foto di Irene Lo Cicero Vaina

È prevalentemente possibile godere di un’ottima visibilità, i numerosi punti di immersione presenti da nord a sud, sono interessanti ed accessibili a tutti i tipi di brevetti per ricreativi, tecnici e di addestramento e vari livelli d’esperienza. Le acque dalle infinite sfumature dal turchese al blu rubino dei reef egiziani offrono confortevoli temperature tutto l’anno che vanno da 21°C a 28°C.

Tutto ciò fa dell’Egitto un luogo attraente e piacevole.


Immagine2

Figura 2: Costa di Sharm el-Sheik – Foto di Irene Lo Cicero Vaina

Opportunità uniche di immersione e per tutti i gusti: relitti, pareti, secche, pinnacoli, immersioni da terra, imbarco giornaliero e crociere.

In crociera si gode della possibilità di vivere il mare nel pieno e libero contatto con la natura e con gli elementi, condividendo questa esperienza con altri subacquei o amici accompagnatori che possono scegliere di fare anche esperienza del primo respiro sott’acqua o semplicemente snorkeling, apnea accompagnati e supportati da professionisti qualificati del settore.


AVETE IDEA DI COME POSSA ESSERE REALMENTE IL PARADISO?

Con questo articolo vi presentiamo cinque siti d'immersione subacquei molto affascinanti nel Mar Rosso:

1. Sharm el-Sheikh

Nota località balneare per le sue barriere coralline e i suoi punti di immersione, in particolare Temple Reef: usata spesso dai diving come check dive di adattamento: è un vero e proprio mini-acquario. Il sito prende il suo nome "Tempio" dalla conformazione decisamente maestosa di colonne di torrioni madreporici che sembrano innalzarsi da un Antico Tempio degli Abissi. Un grosso pinnacolo, lontano dal reef principale, s'innalza fino alla superficie. Sul pinnacolo sono presenti Murene Giganti, Trigoni a Macchie Blu, gruppi di Pesci Leone. Il sito vanta la presenza di coralli di ogni colore e forma e Gorgonie a Ventaglio.


                            Immagine3   Immagine3b

Figura 3: Taeniura iymma (pastinaca a macchie blu) e Pterois volitans (pesce leone orientale)- Foto di Pierpaolo Sanna

2. Stretto di Tiran

Nello stretto passaggio tra il Sinai e l’Arabia Saudita, possiamo ammirare Gordon Reef, Jackson reef, Woodhouse Reef & Thomas Reef, famosi punti d’immersione che caratterizzano questo itinerario.

Gordon, è il primo reef che s'incontra, visibile all’arrivo in barca e facilmente riconoscibile dal relitto del Louilla (1981). È una bellissima immersione, in quanto il paesaggio varia, dal corallo duro al fondale sabbioso colorato dai mille pinnacoli ricchissimi di vita multicolore che contrastano col bianco della sabbia e l'azzurro dell'acqua sul plateau nord.


Immagine4

Figura 4: Relitto del Louilla - Foto di Irene Lo Cicero Vaina

Thomas Reef è famoso per i suoi Canyon ed è un’immersione diversa da tutte le altre. Solitamente si naviga “in corrente” e scendendo gradualmente si osserva la vita rigogliosa tipica di questa immersione.

Woodhouse Reef si trova fra Thomas e Jackson, nota per la sua particolare forma lunga e stretta, è una di quelle immersioni da non perdere durante la vostra vacanza paradisiaca.

Jackson Reef è il più famoso dello Stretto di Tiran, da il benvenuto al tuffo un grosso corallo lattuga che apre le porte al suo unico e fitto giardino di coralli lungo la parete interna e la possibilità di avvistare gruppi di Squali Martello e Mante nella parte blu esterna.


                                                 Immagine5    Immagine5b

Figura 5: Lobophytum crassum (Corallo a lattuga) e Subergorgia hiksoni (Gorgonia a Ventaglio gigante) - Foto di Irene Lo Cicero Vaina

3. Sha Ab Ali

Scrigno del relitto più emblematico del Mar Rosso, SS Thistlegorm, tesoro da scoprire in tutta la sua bellezza ed importanza, in tre tuffi diversi.

Questo relitto della Seconda Guerra Mondiale è uno dei punti di immersione più famosi del Mar Rosso. Venne bombardato nella notte tra il 5 e 6 ottobre del 1941 al largo della costa occidentale della penisola del Sinai. Dopo quasi 15 anni, il Thistlegorm venne riscoperto da Jacques Cousteau, ma abbiamo dovuto aspettare gli anni 90 e lo sviluppo di Sharm-el-Sheikh per far sì che il punto d’immersione venisse promosso da segreto locale a luogo più famoso al mondo.

Il relitto è un vero e proprio museo subacqueo di inestimabile valore, un paradiso da esplorare minuziosamente e patrimonio di guerra. Oltre all’elica e alle armi, l’attrazione principale è il suo carico intatto presente nelle stive che include motociclette, camion, carri armati UC-MkII, fucili, parti di ricambio per aeroplani e radio, stivali di gomma, molte munizioni e due locomotive a vapore che vennero lanciate ai lati del relitto a causa dell’esplosione. E poi c’è la vita marina che ha creato dimora in ogni angolo e spazio possibile: tonni, barracuda, pesci leone, murene, labridi, pesci pipistrello e pesci pietra. Fai attenzione, perché sul ponte potresti osservare pesci coccodrillo e, nel blu, tartarughe imbricate.


                        Immagine6    Immagine6b

Figura 6:
Dettagli SS Thistlegorm: moto e missili - Foto di Pierpaolo Sanna

4. Ras Mohammed

Istituita come Area Marina Protetta nel 2018, per la ricchezza della barriera corallina. L’incredibile sviluppo di flora e fauna marina, sia bentonica che pelagica, è dovuta all’incontro delle correnti marine provenienti dal Golfo di Suez e dal Golfo di Aqaba, che generano una grande ricchezza di nutrienti e al contempo acque trasparenti. Sono proprio questi i fattori che consentono la presenza di circa 200 specie di coralli; in questo itinerario tra i punti di immersione più famosi dell’area troviamo Anemone city, Shark Reef & Yolanda Reef.

Anemone city è situato a 12-20 metri di profondità si possono ammirare numerose colonie di anemoni con pesci pagliaccio e damigelle nere.


Immagine7

Figura 7: Amphiprion percula - Foto di Pierpaolo Sanna

Shark reef ha una parete tappezzata di alcionari viola, rossi e blu “fluorescenti” di rara bellezza. Proseguendo e osservando nel blu, è facile vedere banchi di pesci pipistrello, muri di carangidi, barracuda o balestra blu.

In alcuni mesi dell’anno è possibile l’incontro con il meraviglioso squalo balena.

Dopo aver percorso alcune decine di metri si giungerà a Yolanda Reef, che si identifica con i resti di una nave mercantile cipriota, Yolanda, che vi naufragò 02 aprile 1980 la cui destinazione era Aqaba. Inconfondibile fondale sabbioso con containers, sanitari, vasche da bagno che fanno da casa a grosse cernie, pesci napoleone, murene e fucilieri.


                                    Immagine8       Immagine 8b

Figura 8: Alcyonium sp. (Alcionari) e Squarcio SS Dunravern con Stella piuma - Foto di Irene Lo Cicero Vaina

5. Sha Ab Macmoud

Lungo il reef in quest’area, esclusivo punto di immersione per il relitto SS Dunraven. Una nave vittoriana a vela e vapore che trasportava un carico di spezie, cotone e legname proveniente dall’India.

Bellissima la penetrazione, molto suggestiva per la valenza storica, l’albero con l’elica a quattro pale, il motore a vapore che, per un simpatico gioco di correnti, sembra produrre ancora il suono durante il passaggio interno, e per finire numerosi pesci vetro, murene, e cernie di grosse dimensioni.

È consigliato fare questa immersione all’alba, per godere di un gioco luce e buio per l’intera immersione.

Le tipiche scogliere coralline del Mar Rosso sono un biosistema delicato, minacciato dai cambiamenti climatici e dall'impatto causato dal crescente turismo nella regione egiziana. È possibile partecipare ad immersioni di gruppo per poi compilare questionari relativi alla biodiversità osservata, si vuole indicare quelle zone che esprimono un indice di "salute" migliore, relativamente alla biodiversità effettiva rilevata.

                                              Immagine9    Immagine10

Figura 9: Estate 2023, Tuttisub in trasferta egiziana - Foto di gruppo

Articolo di Roberta Monti e Irene Lo Cicero Vaina




SITOGRAFIA

https://www.padi.com/it

https://travel.padi.com/it/vacanze-crociere-sub/medio-oriente-e-mar-rosso/

https://marrossodiving-diretto.it/

https://www.sharmscubaservice.com/stretto-di-tiran/

https://blog.padi.com/it/una-breve-storia-del-relitto-thistlegorm-egitto/

https://www.viaggipersub.it/mar-rosso/ras-mohammed-national-park/

https://www.touregitto.com/blog/vivi-lesperienza-dellimmersione-mar-rosso

https://www.sharmscubaservice.com/

https://www.viaggiamo.it/luoghi-suggestivi-mar-rosso/

Letto 979 volte Ultima modifica il Martedì, 30 Gennaio 2024 16:30
Tuttisub

Tuttisub A.S.D. Registro CONI n° 285297
Scuola SuB PADI Resort N° 799448
Gli altri sognano... tu ti immergi!

Con l'uso di questo sito, si accetta il nostro utilizzo dei cookie.
NON raccogliamo dati di proliferazione a fini promozionali.